BenessereSalute

Coronaios, infondato che coloro che violano i quaranta …

Alla luce delle notizie seguite oggi in alcuni organi di stampa secondo i quali la Regione Veneto ha imposto sanzioni penali e arresta, quindi, la prigione, per le persone positive del Corano che violano gli obblighi di isolamento confidenziale, la Regione di Il Veneto lo sottolinea nell’ordine emesso oggi questo non è del tutto vero. E, quindi, la notizia diffusa in questo senso manca di fondamenta.

Di fatto, la Regione non ha l’autorità per organizzare tali misure. In effetti, le leggi nazionali prevedono un codice penale per coloro che, positivamente per Coronaio, violano gli obblighi stabiliti dalle autorità sanitarie.

Qualcuno ovviamente ha frainteso l’ordine di oggi, dando giurisdizione alla Regione in procedimenti penali, che non è previsto nell’attuale sistema.

A tal fine, si sottolinea che la Regione ha ritenuto necessario ricordare il fatto che la violazione degli obblighi di isolamento di cui sopra è punibile con una sanzione nel caso a) in conformità con l’articolo. 2, comma 3, d.l. 33/20 e quello Le altre violazioni sono punite con una sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 1000 euro, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, del decreto legislativo del 25 marzo 2020, n. 19.

Inoltre, l’effettiva trasmissione della trasmissione da parte di persone non soggette all’isolamento obbligatorio, in conformità con le normative statali e regionali, può incorporare un tipo di reato ai sensi, tra l’altro, dell’art. 452 del codice penale italiano, come risulta dall’art. 4 del decreto legislativo 19/20.

VERONA.digital

Questo articolo é stato originalmente publicato in 2020-07-11 16:41:35 su www.veronanews.net, puoi accedere al contenuto originale con un click su questo link.

Le informazioni qui riferite sono di esclusiva responsabilità dei sui autori.

VERONA.digital

Mostra di piú

Articoli correlati

Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *

Botão Voltar ao topo

Adblock detectado

Per favore disattiva Ad Block per continuare a navigare sul sito.