Cucina

Quale carne scegliere per una griglia perfetta?

Quale carne scegliere per una griglia perfetta? Eccoci, la stagione calda è sinonimo di barbecue. Questa è una grande abitudine a cui è difficile rinunciare: durante il periodo di blocco i partecipanti sono stati ridotti al minimo, ma ora è possibile allargare, anche se non troppo, le camicie dei partecipanti. Sì, perché è consentito un barbecue con amici o parenti, finché si è all’aperto (e grigliare è ovviamente un’attività all’aperto) e con un numero limitato di persone, mantenendo le giuste distanze e adeguate precauzioni di sicurezza. In breve, puoi anche grigliare nell’era del coronavirus, solo un po ‘più attento del solito. Ciò che non cambia, pre o post Covid, è l’importanza della qualità della carne.

Quale carne scegliere per una griglia perfetta?

L’acquisto di una materia prima di qualità è la condizione fondamentale di ogni barbecue: se la carne è buona e di alto livello, il barbecue sarà una conseguenza diretta. È inutile possedere l’ultimo modello di barbecue o praticare la cucina da chef a cinque stelle se il punto di partenza è di scarsa qualità. Iniziamo a considerare la carne bovina, un grande classico: i tagli più popolari sono la bistecca, le costolette, il filetto, la groppa, la groppa, il controfiletto o la lombata. Non solo, perché con la carne è anche possibile ottenere hamburger straordinari. Presta attenzione anche al petto: è il petto di manzo, in grado di dare il meglio di sé con una cottura lenta.

Il pollo è sempreverde

Un altro sempreverde è la carne di pollo, un’alternativa tradizionale alla carne rossa: in questo caso, tuttavia, entra in gioco il ruolo decisivo della marinatura, perché altrimenti potrebbe essere troppo secco e non molto gustoso. Spazio quindi per petto, coscia, parte superiore della coscia e ali, perfetto per essere cucinato con o senza pelle. Manca qualcosa? Certo che sì, eccoci col maiale. Costolette, costole, lombo, puntine da disegno e pancetta sono il sogno di ogni amante, specialmente cucinati lentamente e permettendo al grasso di sciogliersi sopra il pezzo scelto. Musica per le orecchie e gioia per il palato!

Dall’agnello all’ossobuco

Qualcuno potrebbe anche apprezzare la carne di agnello e in generale potrebbe essere una buona idea sorprendere i tuoi amici alla griglia: le costolette e gli arrosticini sono un must, con questi ultimi sempre particolarmente apprezzati anche dai bambini. Troviamo quindi la mitica coscia d’agnello e la spalla, altri tagli sempre amati. Qualcuno potrebbe chiederti del vitello? Bene, questo non è quello giusto per grigliare, data la sua tenerezza potrebbe essere troppo secco e non molto gustoso, quindi meglio lasciarlo da solo. Per chiudere, tuttavia, torniamo alla carne rossa e, per essere precisi, alla carne bovina: l’ossobuco è un’opzione da non sottovalutare. Provalo con un pizzico di sale e pepe, condito con una goccia di limone: otterrai un piatto gustoso che verrà ricordato con piacere.

VERONA.digital

Questo articolo é stato originalmente publicato in 2020-07-11 07:41:24 su primadituttoverona.it, puoi accedere al contenuto originale con un click su questo link.

Le informazioni qui riferite sono di esclusiva responsabilità dei sui autori.

VERONA.digital

Mostra di piú

Articoli correlati

Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *

Botão Voltar ao topo

Adblock detectado

Per favore disattiva Ad Block per continuare a navigare sul sito.